«No, scusami, possiamo risentirci più tardi? Prima devo finire il mio giro qui in laboratorio, non posso proprio fermarmi adesso». La voce è affannata e il tono insolitamente grave: il perché lo scopriremo mezz’ora dopo, quando finalmente Nicola Fiasconaro è disponibile a parlare al telefono. Laggiù in Sicilia, a Castelbuono, alle porte delle Madonie, i Fiasconaro – quattro generazioni di artisti della pasticceria – stanno facendo i salti mortali. Lavorano senza fermarsi, assieme a un centinaio di dipendenti, dallo scorso mese di agosto...
Read More...0

Share:

Other Posts: